Falso Telaio, perchè?

Quando state ristrutturando casa e dovrete decidere che serramenti usare, avrete gia ormai fatto montare, tramite la ditta edile, i falsi telai, detti anche controtelai.

Essi son dei profili in legno, che riquadrano i fori delle finestre, per permettere il successivo montaggio dei serramenti.

Questo è ciò che vi dirà qualunque mauratore e anche molti serramentisti.

MA E’ VERO?

Forse negli anni 70, quando ancora i serramenti erano fatti in legno massiccio spesso 5 cm  e non in lamellare spesso quasi il doppio, quando non vi erano le tecnologie e le conoscenze attuali su come deve essere montato correttamente un serramento, quando si costruiva solo per vendere e non per dare una buona casa al cliente, ah no scusate, l’ultimo punto è ancora in voga oggi, ma ne riparleremo.

Con le tecnologie e le capacità attuali il falso telaio è ormai obsoleto e non montandolo, o rimuovendolo prima della posa, si ottengono diversi vantaggi e nessuno svantaggio, vediamoli in dettaglio.

  • Luce maggiorata nel vano finestra

Dato che la media di spessore dei falsi telai è di circa due cm e che va lasciato un cm tra il falso telaio e il serramento, direi che eliminando il falso telaio si recuperano minimo 4 cm in orizzontale e un paio in verticale, se poi si prevede un montaggio incassato (la luce dei vani finestra si misura all’esterno)  perchè non montare il serramento su un muro a L, creato ad hoc in modo da recuperare piu di 10 cm di luce?

  • si migliora la coibenza termica

Dato che il falso telaio è fissato con delle zanche di metallo e poi vien riempito lo spazio con l’intonaco  quando l’intonaco si ritira rimane SEMPRE dello spazio tra il falso telaio e il muro.

Se il serramentista è coscienzioso (ed è pagato abbastanza se lavora conto terzi) si preoccuperà di pulire la crepa e riempirla di  schiuma poliuretanica, qui sotto una foto esplicativa.falso telaio

  • si evitano errori di posa del falso telaio

Spesso i muratori son pagati a cottimo per la posa dei falsi telai, e quindi li posano velocemente e male, il risultato è che poi in fase di posa si perderà tempo e si avranno costi aggiuntivi per il ripristino della corretta messa in piombo del falso telaio o della mascheratura degli errori altrui. Nella foto successiva un esempio di posa effettuata malamente, il falso telaio di un portoncino di ingresso è stato posato con oltre DUE centimetri di fuori piombo, ora, in fase di finitura bisognerà creare dei coprifili ad hoc con conseguente aggravio di costi e di tempo.

 

telaio portoncino

Con i nuovi metodi di posa si sarebbe potuto montare il portoncino direttamente sulle pietre dell’ingresso, ottenendo una posa stabile e sicura, recuperando ben 11 cm di luce!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E’ Arrivato il PVC!

Finora non abbiamo mai trattato il pvc poichè non avevamo mai trovato una ditta che soddisfacesse i nostri alti requisiti riguardo le forniture.

Ora la abbiamo trovata!

Produzione Europea, costo contenuto e qualità dei profili e delle vetrocamere uniti a una ampissima gamma di prodotti ci hanno convinto, dopo qualche test e posa presso fidati clienti che potessero darci un responso oggettivo e valido da oggi, ottobre 2015, rendiamo disponibili per tutti i nostri clienti una completa gamma di prodotti in pvc, dal serramento esterno al portoncino, dalle zanzariere alle persiane!

Sia in colore bianco che in colori legno di varie essenze, a richiesta anche colorazioni RAL per vetrine  o serramenti moderni.

Ecco la foto di una delle ultime realizzazioni!

WP_20151006_08_55_21_Pro
Smontaggio dei preesistenti telai monoblocco e dei falsi telai.
WP_20151007_18_38_34_Pro
Dopo aver montato il serramento DIRETTAMENTE sul muro, modifica dei telai monoblocco e loro riposizionamento.
WP_20151008_18_04_25_Pro
Riverniciatura e Finitura esterne
WP_20151008_18_06_01_Pro
Vista interna.

Riguardo la tipologia di posa, atipica per ciò che riguarda lo smontaggio del falso telaio, puoi leggerne di piu QUI.

Questo è il mio piccolo laboratorio

Situato a Valpelline, a pochi km da Aosta e  ad una altitudine di 1050 metri.

Nasce come segheria di trasformazione piante negli anni 50, per poi divenire prinipalmente adibito alla produzione di perline e rivestimenti negli anni 80.

Il mio collaboratore lo affitta a metà anni 90 e fino al 2005 lo usa come laboratorio destinato alla produzione di infissi, scale e mobilia.

La produzione dei serramenti viene poi trasferita in Polonia (paese di cui è originario)

Ora viene usato principalmente come magazzino per lo smistamento e deposito dei serramenti e per effettuare modifiche “al volo” nel caso sia necessario.

14058300350_2cfed1f680_k